menu
EN
Alberto Selvestrel
L'unica danza
a cura di
Michele Tiberio
Fornelli (IS), Molise
Condividi

La ricerca di Alberto Selvestrel (Torino, 1996) è volta a condensare il massimo della sua espressione concettuale nel minimo della forma. Le sue fotografie stabiliscono un legame tra la realtà del paesaggio e quella da lui immaginata. Esplorando il concetto di paesaggio in modo nostalgico, le opere di Selvestrel trovano un fascino per la chiarezza dei contenuti e un atteggiamento intransigente nei confronti dell’arte concettuale e minimale. Nel 2019 Fujifilm lo sceglie come unico testimonial italiano per il lancio della fotocamera X-Pro3; nel 2020 Automobili Lamborghini lo sceglie per il progetto With Italy for Italy per la rivalutazione del territorio italiano post Covid-19.

L’UNICA DANZA ACCOMUNA TUTTI GLI ESSERI, LA DANZA DEL PRESENTE. OGNI FRAMMENTO CHE COMPONE QUESTA DANZA SUGGERISCE RELAZIONI CON TUTTI GLI ALTRI COME UN FILO INTRECCIATO IN UN ARAZZO. NELLA MIA INSTALLAZIONE, NEL BORGO DI FORNELLI, FOTOGRAFIE DI LUOGHI LONTANI TROVANO SPAZIO ALL’INTERNO DEL PAESE, CREANDO RELAZIONI CON IL PAESAGGIO E L’ARCHITETTURA

Entrando dalla porta principale di Fornelli ci si perde in un labirinto di vicoli medievali che sfociano in bellissimi squarci, paesaggi infiniti di valli e montagne incorniciati tra le mura e le case. Alberto Selvestrel si è imbattuto in queste immagini di luci e di pietre, di montagne e di verde profondo, e ha deciso di intraprendere un viaggio in Italia alla ricerca di luoghi con una forza maestosa da fotografare ed elaborare in un’installazione diffusa in tutto il borgo. La sua ricerca fotografica è contaminata dal concetto filosofico: l’artista ha articolato il suo progetto intorno all’idea che la percezione che ogni individuo ha, rispetto a tutte le cose, sia sempre frammentata ed illusoria. Si ha sempre e solo una parziale e soggettiva percezione della realtà, che invece, è univoca. All’interno dell’Auditorium Comunale, Selvestrel ha installato centinaia di istantanee scattate durante il suo viaggio in Italia, lasciandosi come ultima destinazione Fornelli, singoli frammenti che compongono un unico racconto. In esterni, camminando lungo i vicoli del borgo antico, fotografie di grande formato dialogano con l’architettura e il paesaggio circostante in un gioco di contrasto e attrazione.

L’ARTISTA HA ARTICOLATO IL SUO PROGETTO INTORNO ALL’IDEA CHE LA PERCEZIONE CHE OGNI INDIVIDUO HA RISPETTO A TUTTE LE COSE, SIA SEMPRE FRAMMENTATA ED ILLUSORIA

Fornelli (IS)
Molise

Fornelli è un borgo di 1.871 abitanti nel comune di Isernia, da cui dista 12 km, in Molise. Città dell’olio e uno tra i Borghi più Belli d’Italia, il comune molisano è caratterizzato da torri con base «a scarpa» collegate tra loro dal cammino di ronda, oggi conosciuto come Via Belvedere per la possibilità di ammirare il paesaggio circostante. Il castello trasformato in Palazzo marchesale da Andrea Carmignano (XVIII secolo) è stato ampliato nel tempo fino a comprendere integralmente la porta principale del paese.